Nata a Brescia nel gennaio 1979, Ilaria Bignotti è Dottore di ricerca in Teorie e Storia delle Arti e curatrice indipendente.

La sua formazione e professionalizzazione hanno voluto intrecciare il rigore scientifico e curatoriale, la ricerca storico-artistica e la valorizzazione delle collezioni con il mercato e l’economia dell’arte: tale scelta è stata dettata dalla consapevolezza della necessità di sinergie virtuose tra beni culturali e mercato dell’arte, al fine di elaborare progetti espositivi e pubblicazioni di alto livello scientifico e accreditata qualità, ma anche sostenibili economicamente e capaci di rivolgersi a un pubblico variegato, di addetti ai lavori, appassionati di età adulta ma anche di giovani e di età scolare.

Dal 2003 ad oggi ha ricoperto incarichi di direzione e coordinamento, valorizzazione e di project management, maturando una notevole esperienza nella ideazione e coordinamento di mostre e manifestazioni a carattere nazionale e internazionale, collaborando con istituzioni di prestigio a carattere pubblico e tessendo importanti e solidi rapporti con Gallerie di primo mercato e Fondazioni di arte contemporanea: questi aspetti costituiscono il valore aggiunto della sua professionalità.

Tra le principali esperienze in corso:

Dal 2013 è Curatrice scientifica dell’Associazione Archivio Paolo Scheggi, Milano.

​Dal 2015 è Direttrice scientifica del Francesca Pasquali Archive, Bologna.

Dal 2016 è Responsabile Progetti Speciali e Curatrice scientifica dell’Associazione Archivio Antonio Scaccabarozzi, Milano. 

É nel Comitato scientifico del progetto per un nuovo Museo-Archivio del Jeans a Genova 2020-2021, e in questa direzione sta oggi lavorando al primo nucleo di opere di artisti da donare al Museo (tra gli artisti che hanno aderito: Emilio Isgrò, Pino Pinelli, Alberto Biasi, Gianfranco Zappettini, Fabrizio Plessi, Ugo La Pietra, Ugo Nespolo, Maurizio Donzelli, Francesca Pasquali, Giovanni Ozzola, Goldschmied & Chiari, Gianni Politi).

É stata Consulente artistico per la Biennale di Shenzhen 2018.

Dal 2003 a oggi ha ideato, organizzato e curato progetti espositivi internazionali lavorando anche per estesi periodi e continuativamente con Musei, Istituzioni e Fondazioni, tra i quali, in Italia: Ca’ Pesaro, Venezia (2020); Museo d’Impresa CUBO Condividere Cultura, Bologna (2016-2020); Guggenheim Collection, Venezia (2013); Centro per l’arte contemporanea “Luigi Pecci”, Prato (2013, 2017); Fondazione “Bevilacqua La Masa”, Venezia (2011-2014); Centro Internazionale d’arte e di cultura di Palazzo Te, Mantova (2015); Fondazione “Orestiadi”, Gibellina (2013-2014); Museo RISO, Palermo (2014); MAR-Museo d’Arte della Città di Ravenna (2013-2014 e 2017); Museo d’Arte Contemporanea, Lissone (2018 e 2020); Museo d’Arte della Città “Santa Giulia”, Brescia (2006, 2009); Mo.Ca.-Centro per le Nuove Culture, Brescia (2018-in corso) e Meccaniche della Meraviglia, Brescia e Lago di Garda (2013 e 2018-2020); Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Palazzo Forti”, Verona (2003-2006).

All’estero: Richter Collection, Zagabria (2019-2020); Museum of Contemporary Art, Zagabria (2011-in corso); Estorick Collection of Modern Italian Art, Londra (2019); Shenzhen Biennale, Shenzhen (2018); Beijing Minsheng Art Museum, Pechino (2017); MoCA-Museum of Contemporary Art, Londra (2016); Art Museum, Cluj Napoca (2014); Istituto Italiano di Cultura, Amburgo (2009).

Tra le principali Gallerie con le quali collabora attivamente: Tornabuoni Art, sedi di Firenze-Londra-Parigi; Cortesi Gallery, sedi di Milano-Londra-Lugano; Marignana Arte, Venezia; IAGA Contemporary Art, Cluj-Napoca, Romania.

La sua carriera accademica include la docenza  su incarico, dal 2008 a oggi senza interruzioni, all’Accademia di Belle Arti “SantaGiulia” di Brescia, dove insegna “Ultime Tendenze delle Arti Visive”, “Problemi espressivi del contemporaneo” e “Metodologia e Storia della Critica d’Arte” ed è Coordinatrice di ambito disciplinare per le Scuole di Pittura e Scultura.

É inoltre Visiting Professor presso sedi accreditate universitarie e museali italiane e internazionali, quali, in Italia: 24Ore Business School, Milano; Università Cattolica, Brescia e Milano; Accademia Cattolica, Brescia; Museo d’Impresa CUBO-Condividere Cultura, Bologna; all’estero: ZERO Foundation, Düsseldorf; LVR-LandesMuseum, Bonn; Beijing Minsheng Art Museum, Pechino.

È nel Comitato scientifico del “MoRE Museum-museum for refused and unrealised art projects”, museo online volto alla individuazione, alla raccolta, alla catalogazione e alla digitalizzazione di progetti artistici rifiutati o non realizzati del XX e XXI secolo.

​É Perito in arte moderna e contemporanea, iscritta alla Camera di Commercio di Brescia e al Tribunale di Brescia.

Dal 2003 a oggi, ha pubblicato oltre un centinaio di libri, tra i quali cataloghi d’arte moderna e contemporanea in occasione delle mostre curate, ha scritto diversi saggi e contributi in monografie scientifiche e cataloghi ragionati. Tra le principali case editrici: Skira, Marsilio, Mimesis (di cui è Curatore della Collana “Resilienze”).